Síguenos en

SOSTIENE L'INIZIATIVA DI IUSTIA EUROPA. Scadenza per aderire;
Fino al 27 novembre 2023 

FIRMA CONTRO OMS

INIZIATIVA CIVICO-GIUDIZIARIA, promossa da IUSTITIA EUROPA in difesa della legalità nell’Unione Europea e nell’Organizzazione Mondiale della Sanità di fronte ai negoziati della Commissione Europea sul TRATTATO SULLA PANDEMIA (CA+OMS) e sull’aggiornamento del REGOLAMENTO SANITARIO INTERNAZIONALE (RSI).

Le modifiche al Regolamento sanitario internazionale e al Trattato sulle pandemie comporteranno la perdita delle libertà e la restrizione dei nostri diritti fondamentali. Le modifiche apportate al RSI dal Presidente del Consiglio dell’Unione europea hanno violato la procedura stabilita e all’Unione europea è stato concesso un potere negoziale nel Trattato sulle pandemie, al di fuori del diritto comunitario. Di conseguenza, ci troviamo di fronte a una delega di poteri alla Commissione europea che i trattati comunitari e gli ordinamenti giuridici nazionali non le concedono.

È fondamentale che gli europei sappiano cosa sta succedendo in questi due strumenti internazionali, che porteranno irrimediabilmente alla perdita dei nostri DIRITTI UMANI.

È quindi essenziale avere il numero massimo di FIRME per poter inviare questa richiesta, e dobbiamo farlo prima del dicembre 2023, data della settima sessione dell’Organo intergovernativo di negoziazione (4-6 dicembre 2023), poiché dopo tale data gli Stati non potranno impugnare gli emendamenti al RSI.

TERMINE ULTIMO PER LA FIRMA: 10 NOVEMBRE 2023.

NUOVA SCADENZA PER FIRMARE IL 27 NOVEMBRE 2023.

RAGGIUNGIAMO LE 50.000 FIRME!!!!

L'INIZIATIVA iustitia europa

Le modifiche al Regolamento Sanitario Internazionale e al Trattato sulle Pandemie comporteranno una VULNERAZIONE DEI NOSTRI DIRITTI FONDAMENTALI. Le modifiche apportate al RSI dal Presidente del Consiglio dell’Unione Europea hanno violato la procedura stabilita e hanno inoltre conferito all’Unione Europea un potere negoziale nel TRATTATO SULLA PANDEMIA, violando così il diritto comunitario. Di conseguenza, ci troviamo di fronte a un diritto COMPLETAMENTE NULLO E VUOTO di aver DELEGATO competenze esclusive degli Stati alla Commissione europea, che NON HA LA COMPETENZA per tale rappresentanza, poiché né il Trattato sull’Unione europea né il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea prevedono tale possibilità di rappresentanza degli Stati di fronte all’OMS.

È ESSENZIALE che gli europei sappiano cosa sta succedendo nell’OMS, rispetto ai due strumenti internazionali, che porteranno irrimediabilmente alla perdita delle nostre libertà pubbliche.

È quindi NECESSARIO AVERE UN NUMERO MASSIMO DI FIRME A SOSTEGNO DI QUESTA INIZIATIVA, che dovrà essere elaborata prima del dicembre 2023, data della Settima Sessione dell’Organo di Negoziazione Intergovernativo (4-6 dicembre 2023), poiché dopo tale data gli Stati non potranno più impugnare gli emendamenti al RSI.

Avremo tutto e sì, saremo felici.